Festa della Repubblica

2 Giugno 2006

“Pistoia festeggia i 60 anni della Repubblica Italiana”

Così fu rappresentata nell'iconografia del Risorgimento e così comparve, fino al 1890, nel grande stemma del Regno unitario (il famoso stellone); la stella caratterizzò, poi, la prima onorificenza repubblicana della ricostruzione, la Stella della Solidarietà Italiana e ancora oggi indica l'appartenenza alle Forze Armate del nostro Paese.

La ruota dentata d'acciaio, simbolo dell'attività lavorativa, traduce il primo articolo della Carta Costituzionale: "L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro". Il ramo di ulivo simboleggia la volontà di pace della nazione, sia nel senso della concordia interna che della fratellanza internazionale; la quercia incarna la forza e la dignità del popolo italiano. Entrambi, poi, sono espressione delle specie più tipiche del nostro patrimonio arboreo. 

Fonte:

www.quirinale.it

 

 

L’emblema della Repubblica

L'emblema della Repubblica Italiana è caratterizzato da tre elementi: la stella, la ruota dentata, i rami di ulivo e di quercia. La stella è uno degli oggetti più antichi del nostro patrimonio iconografico ed è sempre stata associata alla personificazione dell'Italia, sul cui capo essa splende raggiante.

L’Inno d’Italia

Il nostro tricolore nasce a Reggio Emilia nel 1797, quando il Parlamento della Repubblica Cispadana, decreta "che si renda universale la Bandiera Cispadana di Tre Colori verde, bianco e rosso.

Ma perche' proprio questi tre colori? Il bianco e il rosso, erano i colori dell'antico stemma comunale di Milano, mentre il verde deriverebbe dal colore delle uniformi della guardia milanese.

Dopo diverse "versioni" della bandiera dalla Cispadana a quella del Regno Unito con D.Lgs. del 19 giugno 1946 si stabili' la nuova bandiera, inserita successivamente nell'articolo 12 della Costituzione: "La bandiera della Repubblica e' il tricolore italiano; verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni".

Tel.: +39 05739791

Fax: +39 0573 979666

E-mail: gabsicurezza.pistoia@utgprefettura.it

Per ulteriori informazioni:

I simboli della Repubblica

Fratelli d'Italia
L'Italia s'e' desta,
Dell'elmo di Scipio
S'e' cinta la testa.
Dov'e' la Vittoria?
Le porga la chioma,
Che' schiava di Roma
Iddio la creo'.
Stringiamoci a coorte
Siam pronti alla morte
L'Italia chiamo'. 

Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi,
Perche' non siam popolo,
Perche' siam divisi.
Raccolgaci un'unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Gia' l'ora suono'.
Stringiamoci a coorte
Siam pronti alla morte
L'Italia chiamo'.

Uniamoci, amiamoci,
l'Unione, e l'amore
Rivelano ai Popoli
Le vie del Signore;
Giuriamo far libero
Il suolo natio:
Uniti per Dio
Chi vincer ci puo'?
Stringiamoci a coorte
Siam pronti alla morte
L'Italia chiamo'.

 Dall'Alpi a Sicilia
Dovunque e' Legnano,
Ogn'uom di Ferruccio
Ha il core, ha la mano,
I bimbi d'Italia
Si chiaman Balilla,
Il suon d'ogni squilla
I Vespri suono'.
Stringiamoci a coorte
Siam pronti alla morte
L'Italia chiamo'.

Son giunchi che piegano
Le spade vendute:
Gia' l'Aquila d'Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d'Italia,
Il sangue Polacco,
Beve', col cosacco,
Ma il cor le brucio'.
Stringiamoci a coorte
Siam pronti alla morte
L'Italia chiamo'

 

Fonte:

www.quirinale.it