In ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti

 

 

Cosa accadde il 27 Gennaio del 1945

Il 27 gennaio del 1945 l’Armata Rossa entrava nel campo di Auschwitz e lo liberava: il Parlamento italiano ha voluto assumere questa data come momento di riflessione sulla criminale aberrazione delle deportazioni e dei campi di sterminio.

Ricordiamo oggi il genocidio del popolo ebraico e degli zingari, i deportati politici e militari nei campi nazisti, gli operai che hanno partecipato agli scioperi del marzo del 1944 e tutte le vittime del nazi-fascismo.